menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Calci ai testicoli e pugni all'addome: ragazzo picchiato per un rifiuto, l'aggressore gli ha portato via anche il cellulare

L'uomo, foggiano, con precedenti, è gravemente indiziato del delitto di rapina. Il fatto è successo lo scorso 4 agosto, in pieno centro, a Foggia

Chiede una sigaretta ad un ragazzo, poi lo colpisce a calci e pugni e gli porta via il cellulare. E' accaduto a Foggia, dove la polizia ha individuato e arrestato il presunto responsabile della rapina, nei cui confronti è stata eseguita questa mattina un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L'uomo, foggiano, con precedenti, è gravemente indiziato del delitto di rapina. Il fatto risale allo scorso 4 agosto. L'indagine, coordinata e diretta dalla procura, è partita con l'intervento della squadra 'Volante', il cui personale ha subito raccolto le dichiarazioni della vittima.

L'aggressore, ha raccontato la vittima, dopo aver chiesto una sigaretta e la possibilità di fare una telefonata dal cellulare del malcapitato (che ha rifiutato entrambe le richieste), gli ha sferrato un calcio ai testicoli e dei pugni all'addome facendolo cadere a terra e permettendogli di sottrarre il cellulare per darsi successivamente alla fuga.

Da lì è partita un'attività investigativa che in pochi giorni ha consentito agli agenti di ricostruire il gravissimo episodio, determinando la procura a richiedere ed ottenere dal gip l'emissione di un'ordinanza impositiva della misura della custodia cautelare in carcere per il presunto autore della condotta criminosa. L'esecuzione di questa ordinanza cautelare si inserisce nell'ambito di un piano di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, specie delle rapine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento