menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I due arrestati

I due arrestati

Violenta rapina in una gioielleria, titolare aggredita e malmenata: due arresti sul Gargano

Si tratta del trentacinquenne Luigi Calabrese e del venticinquenne Giovanni Medina, accusati del reato di rapina aggravata in concorso. I fatti risalgono al 22 febbraio scorso, e il colpo fruttò circa 70mila euro in gioielli e oro

Rapinano gioielleria, aggredendo e malmenando la titolare. Un colpo ricco – il bottino è stato calcolato per 70mila euro – e violento, per il quale i carabinieri della Tenenza di Vieste, congiuntamente a quelli della Compagnia di Riccione, hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del Tribunale di Rimini nei confronti di due viestani.

Si tratta del trentacinquenne Luigi Calabrese e del venticinquenne Giovanni Medina, accusati del reato di rapina aggravata in concorso. I fatti risalgono allo scorso 22 febbraio quando i due entrarono all’interno della gioielleria “Baldacci” di Riccione e, dopo aver colpito la titolare dell’esercizio commerciale con calci e pugni, si impossessarono di svariati monili d’oro per un valore complessivo di circa 70 mila euro.

Dopo il colpo, i due si dileguarono a piedi nelle vie cittadine. Le immediate indagini, sviluppate soprattutto attraverso la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dei due soggetti, già conosciuti dai carabinieri di Vieste per pregresse vicende giudiziarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento