Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Sgominata associazione per delinquere: 12 arresti, droga del Foggiano spacciata in Basilicata

Operazione 'Turn over, 12 arresti a Venosa. Fanno parte del clan di Antonio Scoca

Tre in carcere e nove ai domiciliari col braccialetto elettronico e dieci divieti di dimora a Venosa: è questo il bilancio dell'inchiesta 'Turn over' che questa mattina ha portato all'arresto di 12 persone da parte dei carabinieri. Sono accusati di far parte di un'associazione per delinquere dedita al traffico di sostanze stupefacenti.

I 12 appartenenti al clan con al vertice il 47enne Antonio Scoca, sono accusati di smerciare cocaina, eroina, hascish e marijuana. L'organizzazione riforniva i rivenditori al dettaglio di stupefacenti, droghe acquistate in provincia di Foggia e spacciate nel Potentino. Le indagini, avviate nel 2017, hanno portato alla luce una organizzazione che operava secondo criteri tipicamente imprenditoriali di programmazione e gestione dell’illecita intermediazione degli stupefacenti: dalla ripartizione dei proventi dello spaccio, alla diversificazione dei ruoli nell’organizzazione, dalla determinazione dei prezzi alle condizioni eventualmente adottate per dilazionare i pagamenti.

Tra le pagine dell'inchiesta, è emersa chiaramente la sinergia esistente tra la criminalità organizzata lucana e quella operante nel limitrofo circondario foggiano. Molti episodi di spaccio - e questo desta particolare allarme sociale - avvenivano in prossimità di luoghi di aggregazione giovanile. Coinvolti anche giovani, poco più che ventenni, e giovanissimi, anche minorenni come 'manovalanza' per alcune attività illecite. Le misure sono state eseguite questa mattina, impiegando oltre 80 militari della compagnia di Venosa, con l'ausilio del comando provinciale e unità cinofile per l'esecuzione delle perquisizioni disposte.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominata associazione per delinquere: 12 arresti, droga del Foggiano spacciata in Basilicata
FoggiaToday è in caricamento