Cooperative 'fantasma' per truffare fisco e Inps, poi reinvestivano i proventi per accrescere il patrimonio: 5 arresti

Fatture false e assunzioni solo sulla carta per frodare il fisco e percepire indebitamente indennità di disoccupazione. Eseguiti sequestri a 'sei zeri'

La conferenza stampa

Smantellata una complessa associazione a delinquere che, attraverso la collaborazione di ‘colletti bianchi’ riusciva a frodare da una parte il fisco, dall’altra l’istituto nazionale per la previdenza sociale. Tutto ciò, reinvestendo i proventi illeciti in immobili e società, per accrescere il proprio patrimonio.

E’ quanto accertato da carabinieri e guardia di finanza che, con il coordinamento della Procura di Foggia, all’alba di oggi, hanno eseguito cinque misure cautelari in carcere ed eseguito sequestri patrimoniali a sei zeri. Al centro della complessa indagine, vi è la società ‘Ricicla Srl’ di Torremaggiore, che ha avuto anche rapporti con enti pubblici locali e che fa capo a due degli indagati, i fratelli Giovanni e Domenico Putignano. Attorno a questa società, sottolineano gli inquirenti, sono state create tre cooperative di lavoro ‘fantasma’: non hanno una sede fisica e di fatto non hanno mai operato.

VIDEO | Le immagini del blitz

Per gli inquirenti, quindi, si tratta di cooperative-cartiere, utili cioè solo ad emettere documenti fiscali e fatture fasulle, che venivano scaricate da ‘Ricicla’, con relativo guadagno. Inoltre, le stesse 'scatole vuote' venivano utilizzate per assumere personale (fino a 74 i casi accertati), "tutti soggetti vicini ai Putignano, amici e parenti che di fatto non hanno mai lavorato ma che, scaduto il breve contratto di 3 mesi proposto", sottolineano in conferenza stampa, "intascavano l’indennità di disoccupazione dall’Inps". Di questa, una parte veniva girata ai Putignano (che però non versavano alcun tipo di contributo o indennità). Tutti i proventi, poi venivano autoriciclati attraverso un seconda società attraverso la quale acquistavano immobili e beni, oggi sequestrati.

L’intero ‘castello’ è stato scoperto nell’ambito delle indagini relative all’omicidio di Giuseppe Anastasio, a San Severo, nel febbraio 2017 di quelle sulla scomparsa di Matteo Masullo, 30enne scomparso da Torremaggiore nello stesso anno e mai più ritrovato. Un caso di presunta lupara bianca. Dalle intercettazioni, quindi, sono emersi dettaglirelativi alle attività della società dei Putignano, che ne hanno dimostrato l'evidente sproporzione tra redditi percepiti e stile di vita. L’ingegnoso sistema ha permesso al gruppo di truffare l’Inps per circa 500mila euro e di produrre fatture per operazioni inesistenti per circa 2milioni di euro; 750mila euro, invece, è l’ammontare dell’evasione di imposta (tra IVA e IRES).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il fatto, risultano destinatari della misura cautelare in carcere i fratelli Giovanni (ancora attivamente ricercato) e Domenico Putignano, di Torremaggiore; Maurizio Granchelli, di Lucera, Nicola Paradiso e Michele Rubino entrambi di Torremaggiore. Rispondono a vario titolo dei reati di associazione a delinquere, truffa aggravata, autoriciclaggio ed emissione ed utilizzo di fatture false. L'operazione, messa a segno dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza Foggia e del Nucleo Investigativo Carabinieri Foggia, ha permesso di sequestrare 16 immobili (tra appartamenti, box e locali) siti in Pescara, Rodi garganico, Torremaggiore e San Paolo di Civitate, per un valore complessivo di € 1.100.000, oltre a polizze assicurative e fideiussorie, conti correnti (in fase di quantificazione), 3 società utilizzate per il compimento dei reati e due veicoli (un autocarro e un motociclo). Per quanto attiene invece la società ‘Ricicla’ è stato nominato un amministratore giudiziario che ne seguirà il corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Ultima ora: rinvenuto cadavere di un uomo

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Regionali Puglia 20 - 21 settembre: come si vota

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento