Sorpresi a rubare, topi d'appartamento colpiscono proprietario con un cacciavite: arrestati

Si tratta di due uomini di nazionalità serba. Fondamentale per il buon esito della vicenda la collaborazione dei condomini che hanno allertato il 112

Immagine di repertorio

Era a casa di amici, quando due uomini gli hanno messo letteralmente a soqquadro la sua abitazione; in tutta fretta ha raggiunto il suo appartamento, sorprendendo i due uomini mentre rovistavano nelle varie stanze e, per guadagnarsi la fuga, non hanno esitato ad aggredirlo colpendolo con un cacciavite.

E’ quando accaduto la sera del 19 marzo, a San Paolo di Civitate, all’interno di un appartamento al primo piano di una palazzina del centro cittadino. La vittima dell’accaduto è un uomo di 51 anni, aggredito e ferito ad un braccio da due uomini di nazionalità serba, individuati ed arrestati dai carabinieri. Si tratta di Hobakob Callia, di 30 anni e Mitrovic Nenad, di 38: dovranno rispondere del reato di tentata rapina in abitazione.

Fondamentale, per il buon esito della vicenda sono state le telefonate fatte da alcuni condomini primo al 112 e poi al proprietario dell’appartamento, che si è precipitato in loro. Il furto è avvenuto ad ora di cena, quando la vittima era fuori casa, ospite di amici. I due sono arrampicati lungo le tubature del palazzo fino a raggiungere un balcone e poi hanno forzato una finestra. Gli altri condomini hanno sentito rumori sospetti ed hanno lanciato l’allarme.

Giunto sul posto, la vittima ha sorpreso i due soggetti ancora all’interno, intenti a mettere le stanze a soqquadro in cerca di preziosi. Vistisi scoperti, hanno aggredito la vittima malmenandola e colpendola con un cacciavite alle braccia per divincolarsi e dileguarsi. Una volta usciti dall’abitazione però, si sono ritrovati davanti numerosi condomini richiamati dalle grida di aiuto dell’uomo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Disorientati dalla presenza di tante persone, i due soggetti hanno tentato di fuggire ancora una volta, ma si sono imbattuti nei carabinieri che li hanno immediatamente bloccati e identificati. In particolare, dei due, Mitrovic risultava destinatario di un provvedimento di cattura per una rapina in abitazione commessa in provincia di Lecce e per il quale era stato condannato a tre anni di reclusione; entrambi sono stati dichiarati in arresto e tradotti presso il carcere di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento