Caricano pezzi di auto rubate in un furgone, ma arrivano i carabinieri: tre arresti a Stornara

L'intervento dei militari in una campagna di Stornara dove i tre erano intenti a caricare all'interno di un furgone pezzi di due autovetture rubate lo scorso 1° ottobre nel barese

Foto di repertorio

È di ricettazione e riciclaggio l’accusa che pende su tre uomini fermati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, assieme ai militari delle stazioni di carabinieri di Stornara e Stornarella. A finire in manette Antonio Specchio, 34enne di Cerignola, Alexandru Cornel Mihalache 21enne cittadino rumeno, e Omar Ndiaye, 43enne nato in Senegal.

I tre sono stati fermati nel corso di un servizio a largo raggio dei militari, attirati dal bagliore proveniente da un’isolata campagna in agro di Stornara. Parcheggiate le autovetture, i carabinieri si sono avvicinati a piedi in prossimità della campagna, scorgendo i tre arrestati intenti a caricare all’interno di un furgone, parti di un’autovettura appena smontata.

Dopo aver cinturato la zona, i militari sono intervenuti bloccando immediatamente due dei tre soggetti. Il terzo si è dato alla fuga riuscendo a dileguarsi, grazie anche l’oscurità, non prima di farsi riconoscere dai militari. Infatti sono bastate poche ore di ricerca per rintracciare l’uomo, che si era rifugiato nella propria abitazione nascondendosi all’interno di un armadio, e arrestarlo.

Dalle verifiche è stato accertato che le due autovetture, una Peugeot 2008 e una Citroen Multispace, entrambe già private delle targhe, erano state rubate lo scorso primo ottobre a Grumo Appula e Toritto, centri in provincia di Bari. Ora sono agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

Torna su
FoggiaToday è in caricamento