rotate-mobile
Cronaca Cerignola

Gettano la droga in una stufa per sfuggire alla cattura, ma erano già stati sorpresi a spacciare: arrestati

Due ventenni di Cerignola e con precedenti penali, sono stati arrestati dai carabinieri. I due avevano intrapreso una fiorente attività di spaccio in un pianterreno del centro storico

I militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM di Cerignola hanno arrestato Francesco Carosiello, di 21 anni, e Roberto Auciello, di 20, entrambi cerignolani e con precedenti di polizia. Gli stessi da giorni avevano intrapreso una fiorente attività di spaccio dall’interno di un'abitazione posta al piano terra del centro storico di Cerignola, segnalata confidenzialmente ai militari da alcuni residenti del luogo.

I Carabinieri, quindi, nel transitare in zona, avendo visto un giovane scambiarsi di mano qualcosa con i due sospetti, hanno deciso di lasciarlo allontanare per fermarlo poco dopo. La successiva perquisizione ha poi permesso di rinvenirgli addosso una dose di hashish, appena acquistata dai due giovani pusher. I militari, allora, recatisi presso la ‘casa dello spaccio’, sono riusciti ad accedervi quando i due, vistisi scoperti, avevano ormai gettato la droga in una stufa già ardente, convinti che ciò potesse garantire loro l’impunità, non sapendo di essere stati poco prima notati cedere l’hashish. Per tale ragione sono allora stati entrambi dichiarati in arresto e, su disposizione del P.M. di turno, sottoposti agli arresti domiciliari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gettano la droga in una stufa per sfuggire alla cattura, ma erano già stati sorpresi a spacciare: arrestati

FoggiaToday è in caricamento