menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli arrestati

Gli arrestati

San Severo: arrestati due legali e un dipendente della Sidercomm Sud

L'arresto dei tre rientra nel prosieguo dell'operazione "Cuprum" che si è conclusa con il blitz di stamattina eseguito per contrastare il furto e il riciclaggio di rame in Capitanata

"Quello dei furti di rame è un problema che interessa un po' tutta l'Italia ma che in Puglia aveva raggiunto delle cifre impressionanti. L'operazione odierna ci ha consentito di assestare un duro colpo all'organizzazione dedita a questo particolare fenomeno".

Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Foggia, Vincenzo Russo, commentando con i giornalisti i risultati dell'operazione conclusasi con l'arresto di nove persone (due di nazionalità romena) raggiunte da provvedimenti cautelari del gip del Tribunale di Foggia su richiesta dei pm Alessandra Fini e Dominga Petrilli.

I cavi di rame venivano rubati a reti di proprietà di Enel distribuzione e Telecom Italia per essere poi 'ripuliti' in un'azienda operante nel recupero di materiale ferroso a San Severo.

Il rame pulito, infine, veniva rivenduto sul mercato. Le indagini della polizia hanno accertato che il rame rubato confluiva nella 'Sidercomm Sud' i cui rappresentanti legali, La Penna e Manicone, sono tra i nove arrestati. Oltre ai due è finito in carcere anche un loro dipendente, P.A.

A tutti gli arrestati è stata contestata la ricettazione e l'associazione per delinquere. "L'attività - ha spiegato il dirigente della Squadra mobile di Foggia, Alfredo Fabbrocini - è stata possibile, dopo alcuni mesi di intenso lavoro investigativo coordinato dalla Procura".


(ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento