Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Castelnuovo della Daunia

Ladri sorpresi con le mani nel sacco e arrestati: i due sanseveresi stavano smontando le tubature del Consorzio di Bonifica di Capitanata

Azione mirata dei carabinieri, dopo le numerose segnalazioni e denunce relative a furti e ruberie di materiale ferroso in danno dell’impianto, tali da mettere a serio repentaglio l’intero sistema di rifornimento di acque per uso irriguo che serve tanta parte della Capitanata

Si ruba ormai di tutto nel Foggiano. Perfino le tubature in ferro situate nell’area del Consorzio di Bonifica della Capitanata. E’ quanto scoperto dai carabinieri a Castelnuovo della Daunia, dove due persone -  entrambe di San Severo, rispettivamente di 49 e 44 anni - sono state arrestate dai carabinieri con l’accusa di furto.

Il fatto è successo nella mattinata dello scorso 3 ottobre, quando i militari hanno sorpreso i due uomini, che avevano già smontato dalle tubature una notevole quantità di componenti in ferro, in parte già pronti per essere caricati nella vettura di uno dei due, che gli inquirenti hanno trovato a breve distanza dal luogo.

Si tratta, come detto, di un’azione mirata dei carabinieri del piccolo centro, poiché numerose erano state le segnalazioni e le denunce, relative a varie razzie di materiale ferroso, perpetrate, nei giorni passati, ai danni dell’impianto del Consorzio, azioni delittuose tali da mettere a serio repentaglio l’intero sistema di rifornimento di acque per uso irriguo che serve tanta parte della Capitanata.

I militari, a seguito di specifici servizi, hanno notato la presenza di un’autovettura sospetta (anch’essa già oggetto di segnalazioni e già emersa quale tratto di unione con altri episodi delittuosi) e, senza indugio, i hanno fatto scattare il piano di azione.

Con estrema rapidità e determinazione hanno colto in flagranza i due, non lasciando loro alcuna possibilità di fuga. All’esito di perquisizione veicolare e personale, gli stessi sono stati ritrovati in possesso di una cospicua quantità di pinze, cacciaviti, chiavi inglesi ed altri arnesi atti allo scasso, nonché di passamontagna, cappellini di lana e guanti da lavoro, tutto posto sotto sequestro. A seguito dell’arresto i due sono stati posti agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri sorpresi con le mani nel sacco e arrestati: i due sanseveresi stavano smontando le tubature del Consorzio di Bonifica di Capitanata

FoggiaToday è in caricamento