menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federico Cafiero De Raho, procuratore Nazionale antimafia, partecipa all'incontro sotto l'albero Falcone, luogo simbolo davanti l'abitazione del giudice ucciso nella strage di Capaci il 23 maggio 1992, Palemo, 23 maggio 2019. ANSA/IGOR PETYX

Federico Cafiero De Raho, procuratore Nazionale antimafia, partecipa all'incontro sotto l'albero Falcone, luogo simbolo davanti l'abitazione del giudice ucciso nella strage di Capaci il 23 maggio 1992, Palemo, 23 maggio 2019. ANSA/IGOR PETYX

50 arresti, "intervento storico a San Severo": per il procuratore nazionale antimafia "è un salto di qualità straordinario"

50 arresti a San Severo, in provincia e in varie regioni nell'ambito dell'operazione Ares della polizia che ha inferto un duro colpo ai clan La Piccirella e Nardino

Per il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, i 50 arresti compiuti ieri a San Severo rappresentano "un salto di qualità straordinario e storico" perché "con queste indagini complesse si sono colpite le due associazioni mafiose che si erano create in modo autonomo"

De Raho ha aggiunto: "Una volta il gruppo era ritenuto unico con la Società Foggiana quindi riuscire a configurarle autonomamente sul territorio è stato sicuramente straordinario"

E ancora: "Quel che è emerso dalle indagini è che questi due gruppi forti e armati, che hanno operato togliendo la libertà al territorio, si muovevano con spregiudicatezza e senza alcun limite, tanto che esplodevano anche in città in qualunque ora del giorno, oltre che della notte, colpi d'arma da fuoco, raffiche di mitra senza mai preoccuparsi dell'intervento di contrasto alla loro presenza"

Il procuratore nazionale antimafia ha concluso: "Quel che si è verificato nel territorio è stato qualcosa di molto particolare che ho stigmatizzato in varie occasioni anche con riferimento ai clan napoletani"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento