Arresti a San Severo: operazione Pink Lady, in manette 22 persone

Dodici persone sono finite in carcere, dieci ai domiciliari. La forte presenza della componente femminile. ha spinto gli inquirenti a denominare l'operazione "Pink Lady"

Auto polizia

Nel blitz antidroga effettuato all’alba di stamane dal personale del commissariato locale, con i colleghi di Manfredonia, Cerignola, Lucera, dal reparto volo di Bari e dal reparto prevenzione crimine del capoluogo pugliese e di Lecce, dodici persone sono finite in carcere e 10 ai domiciliari.

Dalle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Lucera, Il Gip del tribunale federiciano, la dott.ssa Filomena Mari, ha emesso il provvedimento di custodia cautelare su richiesta del sostituto procuratore , dott. Alessio Marangelli.

Sono finiti dietro le sbarre nove sanseveresi (altrettanti ai domiciliari), una donna e un uomo di San Salvo e un 33enne di Torremaggiore. Ha beneficiato dei domiciliari anche un 34enne di San Giovanni Rotondo.

La forte presenza della componente femminile, alcune delle quali hanno rivestito un ruolo di primo piano nell’attività di spaccio, ha spinto gli inquirenti a denominare l’operazione “Pink Lady”.

Le indagini sono partire da quelle relative ad altri indagati per i delitti di furto ed estorsione di auto attuati con la tecnica del “cavallo di ritorno”, che nel mese di ottobre portò all’esecuzione di 17 ordinanze di custodia cautelare (Operazione “DANUBIO”).

Con l'ottenimento delle autorizzazioni alle intercettazioni telefoniche delle utenze in uso ad alcuni degli indagati e con numerosi servizi di appostamento, osservazione e controllo, sono agli arresti, segnalazioni al Prefetto di assuntori per un uso personale di stupefacente ed al sequestro di vario tipo di droga, bilancini di precisione, sostanza per il confezionamento.

Sono stati sequestrati 321 grammi di sostanze stupefacenti di vario tipo (16 di cocaina, 55 di hashish e 250 di eroina) nonché elementi a carico degli odierni arrestati, che hanno di fatto consentito al P.M. di richiedere le ordinanze di custodia cautelare.

Altre tre persone sono state arrestate per detenzione ai fini di spaccio di droga e una per detenzione abusiva di arma (sequestro di una pistola Beretta calibro 9 con matricola abrasa, 129 proiettili calibro 9 corto, 66 proiettili calibro 7,65 ed un proiettile calibro38).

Al telefono gli interlocutori utilizzavano un linguaggio incomprensibile, ma il riferimento alla droga era chiaro. La quantità e la qualità venivano indicate attraverso l’utilizzo di termini quali: grammi, pezzo, quella, bella fatta, cosa per le mani ecc. In altri casi venivano utilizzati termini illogici in quel contesto, come cancelli, acqua, pizza, mezza pizza, una birra, Lazzaro, ecc.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli indagati operavano, in particolare, in alcuni comuni situati nella parte nord della provincia di Foggia ed in Abruzzo. Numerosi acquirenti provenivano dalla vicina Regione Molise. Gli arrestati sono stati associati presso la carceri di Lucera e di Foggia a disposizione dell’autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento