Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca San Severo

Carabinieri brutalmente aggrediti a San Severo: erano intervenuti per sedare una lite tra vicini

A San Nicandro Garganico, invece, sono stati arrestati un 50enne per atti persecutori nei confronti della ex e un trentenne per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

Intervenuti per sedare una violenta lite tra vicini di casa, i carabinieri della sezione Radiomobile di San Severo - unitamente al personale di supporto della compagnia di intervento operativo del decime reggimento 'Campania - sono stati brutalmente aggrediti da un 40enne. Nella colluttazione sono però riusciti ad immobilizzarlo e ad ammanettarlo, nonostante il contesto in cui è maturata l'aggressione. L'uomo dovrà rispondere di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltreché di danneggiamento. 

A San Nicandro Garganico, invece, i militari dell'Arma hanno arrestato due soggetti: un 50enne del posto e un 30enne di San Giovanni Rotondo. Nel primo caso l’uomo si è reso responsabile del reato di atti persecutori nei confronti della ex compagna con la quale aveva intrapreso una relazione sentimentale con un altro uomo. E’ stato ristretto agli arresti domiciliari su provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia.

Nel secondo caso i carabinieri della sezione Radiomobile, insieme al personale di supporto dell’11esimo reggimento carabinieri ‘Puglia’, hanno arrestato in flagranza di reato un 30enne di San Giovanni Rotondo responsabile dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e inosservanza delle prescrizioni sulla sorveglianza speciale. Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, gli operanti hanno proceduto all’identificazione dell’uomo, il quale, infastidito e in evidente stato di alterazione psicofisica, si è scagliato contro proferendo ingiurie e frasi minacciose. Dopo le manette, è stato trasferito presso la casa circondariale di Foggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri brutalmente aggrediti a San Severo: erano intervenuti per sedare una lite tra vicini
FoggiaToday è in caricamento