Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Manfredonia

Titolare d'azienda sorprende ladri di rame, che lo colpiscono al torace e scappano

I due romeni sono stati inseguiti, bloccati a arrestati dai carabinieri di Manfredonia, intervenuti su segnalazione del titolare che aveva avvertito rumori sospetti provenire dal magazzino materiali del capannone

Tentata rapina impropria: con questa accusa i carabinieri di Manfredonia hanno arrestato due cittadini romeni, ma entrambi residenti nella città sipontina. P.V. e D.G., di anni 23 e 32, rompevano il vetro di una finestra e si introducevano all’interno di un capannone  con l’intenzione di asportare il rame contenuto nell’impianto elettrico di un’azienda, e approfittando della pausa pranzo dei lavoratori.

Ma il titolare, insospettito dai rumori provenienti dal deposito materiali, si era intrattenuto. Allertati i carabinieri, ha colto con le mani nel sacco i due, che stavano segando i cavi di rame del quadro elettrico. I due ladri guadagnavano la fuga per le campagne circostanti, non prima però di aver colpito la vittima con violenti pugni al torace. Il loro tentativo di fuga è durato pochissimi. I carabinieri, giunti sul posto, li hanno inseguiti, bloccati e arrestati. Il 23enne e il 32enne si trovano ora agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Titolare d'azienda sorprende ladri di rame, che lo colpiscono al torace e scappano

FoggiaToday è in caricamento