“Dacci 1200 euro se rivuoi l’auto”: d’accordo coi carabinieri, incontra e fa arrestare estorsori

Due fratelli e un cugino romeni residenti a San Giovanni Rotondo, sono stati arrestati presso un esercizio pubblico di Borgo Celano, colti in flagranza di reato

I romeni arrestati

Nella serata del 14 marzo scorso i Carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis hanno arrestato i fratelli di cittadinanza romena, da tempo residenti a San Giovanni Rotondo, Ionut e Marius Agape di 36 e 35 anni. Con loro anche il cugino 22enne Irinel Petronel Agape, tutti e tre ritenuti responsabili di estorsione in concorso in danno di un loro connazionale.

Nei giorni precedenti l’arresto la vittima aveva denunciato ai militari dell’Arma l’appropriazione indebita della propria autovettura da parte dei tre connazionali, i quali, a più riprese, pretendevano del denaro per la sua restituzione, ed esattamente la somma di 1200 euro. La vittima aveva inoltre riferito anche di essere stato minacciato.

Per questo motivo i carabinieri hanno predisposto un servizio di osservazione e atteso che i tre malviventi si presentassero all'appuntamento con la vittima nei pressi di un esercizio pubblico di Borgo Celano.

Circondata la zona di intervento e assistito allo scambio denaro-auto, i carabinieri hanno quindi bloccato i tre estorsori, recuperando il denaro e restituendo l'auto al legittimo proprietario. Al termine dell'attività i tre rumeni sono stati portati presso la Casa Circondariale di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento