Uno sguardo di troppo e scatta la rissa, calci e pugni in barba alle disposizioni da Covid-19: scattano arresti e denunce

E' successo prima della mezzanotte quando, in zona Porta Croce a Lucera, è iniziata un’accesa discussione tra tre cittadini italiani e due gambiani. Subito si è passati dalle parole ai fatti, dando vita ad una vera e propria rissa

Immagine di repertorio

In giro di notte per fare a pugni, nonostante le prescrizioni imposte per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

È successo la scorsa notte a Lucera, dove i carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato un 29enne del posto - per aver violato gli obblighi impostigli dalla sorveglianza speciale - e deferito in stato di libertà, oltre al predetto, altre 4 persone di età compresa tra i 20 e i 32 anni, due italiani e due gambiani tutti gravati da precedenti di polizia, per i reati di rissa e inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

I fatti si sono verificati poco prima della mezzanotte quando in zona Porta Croce, forse per uno sguardo di troppo, è iniziata un’accesa discussione tra le due fazioni composte dai tre cittadini italiani e dai due gambiani. In breve tempo i contendenti sono passati dalle parole ai fatti, iniziando a picchiarsi tra loro e dando vita ad una vera e propria rissa.

Sul posto sono dunque intervenuti i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni di Castelnuovo della Daunia e Faeto - in quel momento impegnati nei servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire l’osservanza delle restrizioni imposte per il contenimento dell’emergenza da Coronavirus - che con non poche difficoltà, nonostante i due gruppi avessero cessato il “combattimento”, sono riusciti a placare gli animi.

Tutti i soggetti sono stati così condotti presso la sede del Comando Compagnia Carabinieri per lo svolgimento delle verifiche del caso, all’esito delle quali è stato accertato come il 29enne fosse sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con l’ulteriore prescrizione di non allontanarsi dal proprio domicilio in orario notturno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla luce delle evidenze del reato commesso, il giovane è stato arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia, dove resterà a disposizione della locale Procura della Repubblica. Per lui, come per gli altri partecipanti alla colluttazione, è scattata automaticamente anche la denuncia in stato di libertà per i reati di rissa e inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento