rotate-mobile
Cronaca Manfredonia

Borgo Mezzanone: rissa al Cara tra somali e iracheni, 2 feriti e 6 arresti

La rissa sarebbe scoppiata dopo il litigio tra un somalo e un iracheno che si contendevano l'utilizzo di un letto in camerata. Trenta persone con bastoni, pietre e bottiglie

I carabinieri di Manfredonia, coadiuvati dai colleghi di Foggia, hanno tratto in arresto tre somali e tre iracheni. Un’altra somala è stata deferita in stato di libertà, ritenuta responsabile del reato di rissa aggravata. Sono intervenuti per sedare una lite furibonde che avrebbe potuto avere conseguenze peggiori.

Secondo la ricostruzione degli uomini in divisa, la rissa sarebbe scoppiata dopo il litigio tra un somalo e un iracheno che si contendevano l’utilizzo di un letto in camerata. In un primo momento sembrava che si fosse trattato di un semplice scambio di battute, poi però è esplosa una battaglia combattuta da una trentina di persone con bastoni, pietre e bottiglie.

Quattro dei sei arrestati hanno riportato lesioni non gravi e sono stati tradotti presso il carcere di Foggia; per due dei tre iracheni hanno è stato necessario il ricovero in ospedale. Si tratta di gravi fratture al volto ed alla testa con seri traumi cranici (dai 7 ai 30 i giorni di prognosi per le lesioni riportate che vanno dalle contusioni alle lussazioni, da traumi a ferite fino ad arrivare a trauma cranio facciale con frattura complessa e frattura pluriframmentaria della piramide nasale). La donna ha riportato la frattura di un avambraccio.

Il grave episodio sarà valutato in seno alla commissione, che deciderà sull’esito della domanda di asilo degli stranieri. Quattro di loro sono stati trasferiti presso i centri di Roma Bari e Crotone. L'ultima in ordine cronologico risale al 15 ottobre scorso quando furono arrestate quattro persone.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Mezzanone: rissa al Cara tra somali e iracheni, 2 feriti e 6 arresti

FoggiaToday è in caricamento