rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cronaca Cerignola

Ricercati si rendono irreperibili e scappano all'alt della polizia: uno aveva distrutto il braccialetto elettronico, l'altro si è costituito

Due arresti a Cerignola. Uno era ai domiciliari ma ha distrutto il braccialetto elettronico rendendosi irreperibile. Inseguito e arrestato. L'altro si è costituito in commissariato

Il 13 settembre scorso gli agenti del commissariato di Cerignola, in pieno centro, hanno intercettato un motociclo condotto da un 25enne agli arresti domiciliari ma ricercato perché qualche giorno prima si era reso irreperibile dopo aver tagliato il braccialetto elettronico.

Dopo un lungo inseguimento il fuggitivo ha abbandonato il motociclo ed è scappato a piedi. Pochi metri dopo è stato bloccato e arrestato. In sede di udienza di convalida, la competente Autorità Giudiziaria ha disposto nuovamente la misura dei domiciliari.

Il giorno dopo, invece, in esecuzione di un ordine di carcerazione è stato arrestato un 31enne ofantino in quanto avrebbe dovuto espiare la pena di 3 anni, 9 mesi e 16 giorni di reclusione per numerosi furti aggravati in concorso commessi tra gli anni 2016 e 2018.

Lo stesso si è presentato spontaneamente in commissariato dopo essersi reso irreperibile per tre mesi durante i quali era stato ricercato tanto da ingaggiare nei giorni precedenti un pericoloso inseguimento quando gli agenti lo hanno riconosciuto mentre era a bordo di un motociclo. Non si era fermato all'alt della polizia.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Trani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercati si rendono irreperibili e scappano all'alt della polizia: uno aveva distrutto il braccialetto elettronico, l'altro si è costituito

FoggiaToday è in caricamento