Assalto al casello di Canosa: in carcere il commando che assaltava portavalori, il covo nel Foggiano

L’attività d’indagine era stata avviata nel mese di novembre 2018 a seguito di una rapina avvenuta in autostrada, nel corso della quale i malviventi si erano impossessati di valori ed oggetti preziosi trasportati da un furgone portavalori

Ieri mattina i poliziotti del Compartimento Polizia Stradale Puglia di Bari e delle Sottosezioni Autostradali di Bari sud e Trani, unitamente agli agenti del  Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 5 persone ritenute responsabili di associazione per delinquere aggravata; gli arrestati avevano costituito un gruppo criminale dedito alla commissione di rapine in danno di furgoni portavalori e ricettazione dei beni trafugati.

Le 5 persone, Valentino Capocchiano di 31 anni, Giovanni Cianci di 62 anni, Vincenzo Dipaola di 57 anni, Giuseppe Fuoglio di 43 anni e Michele Saracino di 55 anni, tutte pregiudicate, erano già state sottoposte a fermo di P.G. lo scorso 31 marzo. L’attività d’indagine era stata avviata nel mese di novembre 2018 a seguito di una rapina avvenuta in autostrada, nei pressi di Canosa di Puglia, nel corso della quale i malviventi si erano impossessati di valori ed oggetti preziosi trasportati da un furgone portavalori. Rinvenute e sequestrare numerose armi con relativo munizionamento, giubbotti antiproiettile, passamontagna, guanti, dispositivi utilizzati per inibire le comunicazioni radio/telefoniche. Sequestrate anche numerose piante di marijuana custodite all’interno di un vivaio in disuso, ubicato in provincia di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento