Si fingono clienti, poi tirano fuori la pistola e 'ripuliscono' gioielleria: tre arresti a Cerignola

Per la violenta rapina dello scorso 8 marzo, in corso Aldo Moro, gli agenti del commissariato ofantino hanno arrestato tre soggetti (due uomini e una donna), indiziati del reato di concorso in rapina aggravata

Immagine di repertorio

Si fingono clienti di una gioielleria, poi puntano la pistola alla commessa e scatta la rapina. E' quanto accaduto lo scorso 8 marzo, a Cerignola, dove in corso Aldo Moro si è consumata una violenta rapina in gioielleria. Questa mattina, l'arresto dei responsabili da parte degli agenti del commissariato ofantino.

Le immagini video della rapina

Gli agenti hanno eseguito una ordinanza applicativa di misura cautelare personale, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Foggia, a carico di tre soggetti (due uomini e una donna), ritenuti gravemente indiziati del reato di concorso in rapina aggravata. Il provvedimento cautelare scaturisce dagli esiti di una articolata attività investigativa, coordinata e diretta dalla Procura della Repubblica di Foggia.

Più dettagliatamente, lo scorso 8 marzo, un uomo ed una donna, dopo essere entrati in una gioielleria ubicata in corso Aldo Moro di Cerignola, avevano inizialmente simulato di essere interessati all’acquisto d alcuni articoli, per poi minacciare la commessa, puntandole contro una pistola, immobilizzandola e colpendola con uno schiaffo in pieno viso, in modo da impedirle qualsiasi reazione.

Poco dopo, un terzo soggetto, armato di uno storditore elettrico (taser), faceva irruzione all’interno della gioielleria e, unitamente ai due complici già all’interno, si impossessava di numerosissimi articoli commerciali, per poi darsi alla fuga con un’autovettura con targa clonata condotta da un quarto complice non ancora identificato. Le attività di indagine consentivano rapidamente di acquisire solidi elementi indiziari a carico dei tre soggetti e di richiedere le misure cautelari disposte dal G.I.P. di Foggia. I due uomini arrestati sono stati, rispettivamente, condotti presso la Casa Circondariale di Foggia e di Torino, mentre la donna, essendo madre di 4 figli minori, è stata sottoposta agli arresti domiciliari presso la sua abitazione sita nel Comune di Torino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento