Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Centro - Piazza Giordano / Via Barra

Rapinano “Sala Bingo” di via Barra, arrestati nel covo di via Spalato

La rapina è stata effettuata intorno alle 15.30 del 19 gennaio. Erano riusciti a portar via circa 7mila euro, un computer e cellulari dei clienti. Traditi da una banconota di 5 euro trovata dagli investigatori

Benché giovanissimi – la loro età media non arriva ai 24 anni – sono indubbiamente dei professionisti. Definisce così il dirigente della squadra mobile di Foggia, Alfredo Fabbrocini, i tre giovanissimi rapinatori arrestati nel pomeriggio di ieri, subito dopo che gli stessi avevano svaligiato le casse della Sala Bingo della centralissima via Barra, a Foggia.

Con l’accusa di rapina aggravata in concorso sono finiti in manette tre giovani pregiudicati: C.F. di 19 anni, B.F., 24enne e M.F., di 28 anni. Il fatto è avvenuto in una zona particolarmente attenzionata dalle forze di polizia e nella quale era stata fatta una precedente attività di mappatura dei “luoghi sensibili” e dei locali presumibilmente utilizzati come ‘base logistica’ da utilizzare prima e dopo il colpo. E così è stato.

A portare gli agenti della squadra mobile e della sezione volanti dritti dritti nel “covo” è stata una banconota da 5 euro persa lungo strada dai rapinatori in fuga. La banconota è stata ritrovata all’ingresso di un appartamento di via Spalato, ad appena 500 metri dalla Sala Bingo, di proprietà di uno dei tre arrestati.

Al suoi interno, gli agenti hanno trovato i tre giovani in possesso di una parte del bottino: 1650 euro in monete, insieme ai vestiti utilizzati per la rapina (immortalati nelle immagini del sistema di video-sorveglianza) e 300 grammi di sostanza stupefacente, tipo hashish.

Secondo la ricostruzione effettuata dagli inquirenti, quindi, verso 15.30 di ieri due dei tre arrestati hanno fatto irruzione nella Sala Bingo con il volto travisato da un passamontagna; uno dei due impugnava una pistola, poi rivelatasi un’arma-giocattolo. Oltre a farsi consegnare l'interno contenuto della cassa ed un personal computer, i due rapinatori hanno derubato anche degli avventori presenti in sala del telefono cellulare.

Al momento sono in corso ulteriori indagini per appurare la presenza di livelli superiori nell’organizzazione e recuperare il resto della refurtiva: l’ammontare del furto denunciato dai dipendenti della Sala Bingo, infatti, è di 7mila euro. "Non è escluso che dietro la rapina ci sia una regia superiore – ha spiegato in conferenza stampa Fabbrocini – che ha già incassato il resto del bottino”. In questo caso, quindi, i ragazzi arrestati farebbero parte di una sorta di manovalanza, “giovanissimi amanti dell’argent de poche, del ‘soldo facile’, che compiono questo tipo di reato per il piacere di acquistare e indossare abiti alla moda e griffati o cellulari di ultimissima generazione”.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano “Sala Bingo” di via Barra, arrestati nel covo di via Spalato

FoggiaToday è in caricamento