menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Maxi-rissa al Cara, fermati due trentenni: il Centro di Borgo Mezzanone "scoppia"

Per gli agenti della squadra mobile, a scatenare gli animi è stato il pestaggio di un ospite, rapinato del portafogli all'interno del suo modulo abitativo

Due giovani nigeriani sono stati fermati dalla polizia per la maxi-rissa scoppiata lo scorso lunedì sera, all’interno del Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Borgo Mezzanone, all’esito della quale tre persone sono rimaste ferite, una in modo grave.

Si tratta di due trentenni ospiti della struttura, entrambi arrestati dagli agenti della squadra mobile di Foggia per i reati di rapina e lesioni aggravate, mentre altri tre soggetti, anche loro di nazionalità nigeriana, sono in fase di identificazione. Per la polizia si tratta dei responsabili del pestaggio avvenuto alle 22 dello scorso 18 aprile, ai danni di un connazionale di pari età, derubato del portafogli contenente pochi spiccioli.

Il furto è avvenuto all’interno del modulo abitativo della vittima, che è stata colpita ripetutamente al viso e ora è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Sarebbe stato questo episodio, quindi, a scatenare la rissa che ha coinvolto una trentina di ospiti. Scontro sedato solo grazie all’intervento massiccio di polizia e carabinieri, allertati dal personale dell’infermeria. Purtroppo nella borgata risse, aggressioni e tafferugli sembrano essere all’ordine del giorno.

La struttura “scoppia”: su un massimo di 650 ospiti - spiegano dalla questura - al momento il centro conta 1020 presenze. Gli ospiti di nazionalità nigeriana (al momento circa 250) rappresentano la comunità percentualmente più presente. In queste condizioni, basta poco, veramente poco, per accendere gli animi. Ad una condizione già emergenziale, si aggiungono poi atti di prevaricazione e illegalità che fomentano i presenti e creano spaccature e guerre, anche intestine, tra le varie comunità. Ulteriori disordini, infatti, si sono verificati al momento dell'arresto dei due soggetti, nei confronti dei quali si sono scagliati numerosi ospiti, verosimilmente vittime di passati soprusi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento