Cronaca Orta Nova / contrada Figora

Una piantagione di marijuana sotto un tendone di uva: la scoperta ad Orta Nova

Estirpate 746 piante adulte, di altezza variabile da 180 cm a 210 cm per un peso complessivo di 340 Kg di foglie. Da tale quantitativo si sarebbero potute ricavare 78.500 dosi per un valore commerciale di oltre 400mila euro

Una piantagione di canapa indiana che cresceva rigogliosa all’ombra di una coltivazione “a tendone” di uva da tavola. E’ quanto scoperto dai carabinieri della compagnia di Cerignola in contrada “Figora”, in agro di Orta Nova che per il fatto, hanno tratto in arresto tre persone. Si tratta di Domenico Dimallio di 43 anni, Saverio Catalano di 23 e Massimo  Berteramo di 34 anni. Tutti di Cerignola, tutti braccianti agricoli ora dovranno rispondere di concorso in detenzione, coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

Già dal mese di maggio, i militari avevano iniziato ad indagare sugli strani movimenti rilevati nei pressi di un terreno agricolo esteso per oltre due ettari a ridosso della strada statale 16 dove più persone, con fare sospetto, si recavano in orari diversi della giornata. Così sono stati disposti appositi servizi di osservazione e pedinamento accertando che dette persone ogni qual volta si recavano nel fondo avevano attenzioni particolari solo per la parte del vigneto di uva bianca tralasciando tutto il resto.

Nasceva così, negli investigatori, il fondato sospetto che sotto il tendone vi potesse essere una piantagione illecita di marjiuana, come riscontrato in un altro vigneto nel luglio scorso. Sospetto che ha trovato puntale riscontro nel servizio di osservazione svolto l’altra sera quando si accertava che effettivamente sotto i grappoli d’uva cresceva una rigogliosa piantagione di marijuana, interamente posto sotto sequestro. I militari hanno estirpato 746 piante adulte, di altezza variabile da 180 cm a 210 cm per un peso complessivo di 340 Kg di foglie. Le analisi effettuate dagli esperti del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dell’Arma hanno poi accertato che da tale quantitativo si sarebbero potute ricavare 78.500 dosi per un valore commerciale stimato per oltre 400mila euro.

FOTO | Orta Nova, canapa indiana sotto un tendone di uva

A seguito delle indagini, si accertava che il terreno, di proprietà di Dimallio era stato ceduto con regolare contratto di affitto al Catalano. Tuttavia, i servizi di osservazione avevano consentito di accertare che tutti e tre gli indagati avevano interessi sul terreno, visto che vi eseguire regolarmente lavori di irrigazione, aratura, concimazione e pulitura dalle erbe selvatiche.Alle contestazioni rivoltegli, gli indagati non hanno inteso rilasciare dichiarazioni. Gli stessi sono stati tratti in arresto per detenzione, coltivazione e produzione illegale di canapa indiana. Al termine delle formalità di rito sono stati tradotti presso la locale Casa Circondariale a disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una piantagione di marijuana sotto un tendone di uva: la scoperta ad Orta Nova

FoggiaToday è in caricamento