menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Monte Sant'Angelo, slot scassinate per un bottino di 1600 euro: arrestati 20enne e 29enne del posto

Nicola Ciliberti era stato arrestato anche per il tentato furto aggravato in abitazione ai danni di un anziano invalido di Manfredonia, unitamente ad altre quattro persone

Ieri pomeriggio i carabinieri della Stazione di Monte Sant’Angelo, in merito all'ordine di custodia cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria, hanno arrestato due giovani del posto ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso operato la notte tra il 14 ed il 15 febbraio a Monte Sant’Angelo, quando quattro persone, dopo essersi introdotte all’interno di un locale di Corso Vittorio Emanuele, danneggiavano le slot machine presenti al suo interno ed asportavano 1600 euro per poi dileguarsi.

Le immediate indagini poste in essere dai Militari della locale Stazione Carabinieri permettevano di individuare, grazie anche all’acquisizione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, tra gli autori del furto, il 20enne del posto Nicola Ciliberti e Paul Sorin Ghinea, 29enne nato in Romania ma residente nella città garganica, entrambi noti per pregresse vicende penali e di polizia a loro carico. 

Sulla base delle indagini condotte dai carabinieri e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Foggia ha disposto che i due indagati fossero sottoposti agli arresti domiciliari, ritenendo la sussistenza del concreto pericolo di commissione di altri reati analoghi da parte dei due, tento conto dei loro trascorsi giudiziari.

Inoltre, proprio Ciliberti, il 9 marzo 2018 fu arrestato, sempre dai Carabinieri della Compagnia di Manfredonia, nella flagranza di reato per il tentato furto aggravato in abitazione ai danni di un anziano invalido di Manfredonia, unitamente ad altre quattro persone, nonché in data 16 luglio, ad opera ancora dei Carabinieri della Compagnia sipontina, su ordine di custodia cautelare emesso dall’A.G. nei confronti suoi e di altre quattro persone, per la commissione di diversi furti in abitazione, consumati e tentati, tra i mesi di febbraio e marzo 2018, sempre nei confronti di alcuni anziani del posto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 17 gennaio, la Puglia torna 'arancione': cosa è consentito fare e cosa no

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento