rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Monte Sant'Angelo

Boschi e foreste "saccheggiate" sul Gargano, trafugati quintali di legna: due arresti

Si tratta di due uomini di Cagnano Varano, sorpresi nell'area di Bosco Quarto, nell'agro di Monte Sant’Angelo. L'operazione del Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente del Parco Nazionale del Gargano

Ancora boschi e foreste "saccheggiate" sul Gargano. La scorsa notte, militari dei reparti di Umbra e Vieste, guidati dal Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente del Parco Nazionale del Gargano di Monte Sant’Angelo, hanno proceduto all’arresto di due presone di Cagnano Varano, mentre tagliavano e trafugavano legna in località Valle del pezzente - Bosco Quarto, nell'agro di Monte Sant’Angelo.

I militari, dopo un’attenta attività di indagine e appostamenti, hanno sorpreso in flagranza di reato i due soggetti che con un autocarro dotato di fari, procedevano con motoseghe a tagliare indiscriminatamente alberi. Successivamente li depezzavano per poi procedere alla vendita del legname sul mercato nero garganico. I due arrestati di Cagnano Varano, hanno 40 e 29 anni, il primo pregiudicato, l'altro incensurato.

Durante l'attività, sono stati sequestrati un autocarro, motoseghe, attrezzi da taglio e diverse decine di quintali di legna. L'operazione rientra in una più vasta e organizzata attività di prevenzione e repressione ordinata e disposta dal CTCA di Monte Sant’Angelo a tutela dell’ambiente del patrimonio boschivo dell’area Parco. Sono in corso ulteriori indagini per verificare la sussistenza di eventuali complici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boschi e foreste "saccheggiate" sul Gargano, trafugati quintali di legna: due arresti

FoggiaToday è in caricamento