Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Cerignola

Auto sospetta, arrivano i carabinieri: fuga per 50 km termina con tre arresti

I carabinieri di Cerignola hanno arrestato due ragazzi e una ragazza di Melfi, ora ai domiciliari, scappati perché in possesso della droga

Nella mattinata di domenica, invece, i carabinieri della Stazione di Cerignola hanno tratto in arresto Giuseppe Simonetti, cl. '87, Rocco Maiellare, cl. '91, e Francesca Ciprio, cl. '93, tutti e tre di Melfi, i primi due gravati da pregiudizi penali.

I militari, mentre pattugliavano il quartiere ‘cimitero’, hanno notato uscire da una strada notoriamente frequentata da spacciatori e assuntori di stupefacente un’auto a fari spenti. Intimato l’alt all’autista, lo stesso anziché fermarsi si è dato a precipitosa fuga, imboccando la via Melfi.

Ne è quindi nato un inseguimento, protrattosi per circa 50 km, fino a Melfi, dove i tre sono stati finalmente bloccati. A seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato rinvenuto un piccolo quantitativo di marijuana, fatto per il quale i tre venivano segnalati al Prefetto di Potenza per detenzione di stupefacente per uso personale.

Assodato, quindi, che il motivo della fuga era proprio il possesso della droga, i tre sono stati dichiarati in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale. Su disposizione del P.M. di turno della Procura di Potenza i tre fuggitivi sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto sospetta, arrivano i carabinieri: fuga per 50 km termina con tre arresti

FoggiaToday è in caricamento