rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Mattinata

Animali sconfinano il terreno, uomo ferito a colpi d'ascia: autori fermati per tentato omicidio

È accaduto a Mattinata sul Gargano. Si tratta di Fabio Pio Di Mauro di 22 anni e di Andrea Quitadamo di 26, rintracciati dagli uomini dell'Arma. Il terzo soggetto, invece, Bartolomeo La Pomarda, di 21 anni, si è consegnato alla polizia

Litigi continui per lo sconfinamento dei pascoli in terreni altrui. Sarebbe questo, per gli inquirenti, il movente alla base della brutale aggressione avvenuta la notte tra il 7 e l’8 aprile, a Mattinata, ai danni del 43enne Antonio Pio Prencipe, ferito al volto e al torace con un’ascia e lasciato sanguinante a terra, davanti ad una pizzeria, in pieno centro cittadino.

Una vera e propria “spedizione punitiva” messa in atto da tre giovani mattinatesi, due dei quali arrestati dai carabinieri a poche ore dal fatto, mentre il terzo si è costituito al commissariato di Manfredonia. Si tratta di Fabio Pio Di Mauro di 22 anni e di Andrea Quitadamo di 26, rintracciati dagli uomini dell’Arma a seguito della visione dei filmati della videosorveglianza della zona. Il terzo soggetto, invece, Bartolomeo La Pomarda, di 21 anni, si è consegnato alla polizia.

Fondamentali, ancora una volta, le immagini tratte da un vicino sistema di videosorveglianza che ha immortalato parzialmente la scena: intorno alla mezzanotte del 7 aprile una Fiat 16 di colore bianco è giunta nei pressi della pizzeria dove la vittima stava sorseggiando una birra seduto, solo, ad un tavolino all’esterno. Dall’auto sono usciti tre giovani: Quitadamo che era alla guida, La Pomarda che impugnava un’ascia e Di Mauro che era sul sedile posteriore. Individuata l’auto, i militari sono arrivati immediatamente al suo proprietario, Andrea Quitadamo rintracciato in una masseria poco distante.

Poche ore dopo, i carabinieri hanno rintracciato anche Di Mauro che, nel frattempo, era rientrato a casa. La Pomarda, invece, è stato individuato all’alba del 9 aprile, da un poliziotto di origini mattinatesi libero dal servizio; l’agente ha visto il giovane vagare nella macchia mediterranea e ha chiesto spiegazioni. A quel punto il 21enne è crollato, confessando di essere l’autore del tentato omicidio avvenuto qualche giorno prima, aggiungendo di voler chiarire la sua posizione in merito alla vicenda, negli uffici del commissariato. I tre sono stati tutti sottoposti a fermo per tentato omicidio in concorso. La vittima dell’aggressione, invece, è tutt’ora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

FOTO | Mattinata, uomo aggredito a colpi d'ascia: tre arresti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali sconfinano il terreno, uomo ferito a colpi d'ascia: autori fermati per tentato omicidio

FoggiaToday è in caricamento