Cronaca Manfredonia

Presi i rapinatori del magazzino ‘San Carlo’: persero casco, incastrati da impronte

Antonio Ferrazzano e Antonio Balsamo di Manfredonia, sono stati arrestati dai carabinieri per la rapina avvenuto nell'ottobre 2014 sulla Statale 89

I carabinieri di Manfredonia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari - emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica - nei confronti del 28enne Antonio Ferrazzano e del 43enne Antonio Balsamo, gravemente indiziati di rapina a mano armata, detenzione e porto abusivo di arma.

I provvedimenti restrittivi dell’Autorità Giudiziaria sono l’esito dell’attività d’indagine condotta dai militari dell’Arma a seguito della rapina avvenuta il 17 ottobre 2014 ai danni del magazzino di distribuzione alimentare della ‘San Carlo’ sulla Statale 89, quando intorno alle sette di sera, due uomini a bordo di un ciclomotore, travisati entrambi da un passamontagna e caschi neri, brandendo un’arma prima intimavano al responsabile presente all’interno dei locali di consegnare l’incasso di circa 4mila euro e poi. Alla consegna avevano colpito la vittima alla testa con il calcio di una  pistola e si erano dati a precipitosa fuga.

Giunti sul posto, e dopo un accurato sopralluogo, i carabinieri rinvenivano il casco che uno dei rapinatori aveva perso nella colluttazione con il responsabile. Gli autori della rapina sono stati individuati anche attraverso la comparazione tra le impronte digitali dei due rapinatori e quelle rinvenute sul casco sequestrato. Le esigenze cautelari sono state ravvisate per le modalità, tutt’altro che improvvisate della rapina, che escludono l’occasionalità del fatto, nonché per la personalità dei soggetti non nuovi a reati di tale specie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi i rapinatori del magazzino ‘San Carlo’: persero casco, incastrati da impronte

FoggiaToday è in caricamento