rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Manfredonia

Prima il sesso poi la violenza shock: trans picchiato, chiuso nel bagagliaio e scaricato in campagna: due arresti

I fatti risalgono all'agosto dello scorso anno, a Manfredonia; l’episodio si sviluppa in un contesto di prostituzione e droga, nell'ambito del quale un giovane restava vittima di un gioco di sesso e droga

Dovranno rispondere dei reati di rapina e sequestro di persona, due sipontini di 39 e 49 anni, arrestati dalla polizia a Manfredonia. I due sono stati arrestati in esecuzione all’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari, emesso dal GIP del Tribunale di Foggia, per la gravità dell’episodio occorso e per l’indole particolarmente violenta dei prevenuti.

I fatti risalgono all'agosto dello scorso anno; l’episodio si sviluppa in un contesto di prostituzione e droga, nell'ambito del quale un giovane - in seguito ad una prestazione omosessuale - restava vittima di un gioco di sesso e droga, finito con percosse e sequestro di persona.

Secondo quanto accertato dalla polizia, il 49enne, dopo aver consumato un rapporto a pagamento con la vittima transessuale, lo picchiava con calci e pugni e con una pedana di legno per rapinarlo di 50 euro, del cellulare e delle chiavi dell’auto. Poi, con l’aiuto del complice 39enne, lo chiudevano nel bagagliaio dell’auto e lo scaricavano in aperta campagna. I due complici dopo le formalità di rito sono stati accompagnati presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima il sesso poi la violenza shock: trans picchiato, chiuso nel bagagliaio e scaricato in campagna: due arresti

FoggiaToday è in caricamento