Cronaca Manfredonia

Ingerisce cocaina per evitare l’arresto: prima rischia di morire, poi scappa dall’ospedale

Due pusher assoldati come corrieri della droga sono stati arrestati dalla polizia di Manfredonia. Antonio Pio Sdango e Giacomo Iaccarino erano tornati da San Severo con 15 grammi di eroina

Assoldati da una nota famiglia di Manfredonia dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti come corrieri della droga per le trasferte a Cerignola e a San Severo, Antonio Pio Sdango e Giacomo Iaccarino, entrambi 28enni, sono stati arrestati sabato pomeriggio nel corso di una operazione antidroga compiuta dagli agenti di polizia del commissariato di Manfredonia.

Per catturarli le forze dell’ordine hanno eseguito una serie appostamenti e di pedinamenti. Dopo aver accertato che per l’attività di spaccio i due si muovevano a bordo di una Fiat Punto di colore verde, il giorno dell’arresto i poliziotti li hanno pedinati con un’autovettura civetta fino a San Severo e sulla strada del ritorno per Manfredonia, dove sono stati bloccati per un controllo.

Durante la perquisizione del veicolo, Iaccarino, seduto sul lato passeggere, in evidente stato di agitazione, ha lanciato un involucro fuori dell’abitacolo nel tentativo di disfarsi di 15 grammi di eroina dalla quale sarebbero state ricavate 50 dosi. Movimento che però non è sfuggito agli agenti in divisa, che hanno fatto scattare le manette ai polsi.

Qualche giorno prima i due erano stati già bloccati dagli stessi agenti, ma uno dei due, per sfuggire alla cattura, ha ingerito un ingente quantitativo di cocaina, rischiando di perdere la vita. Il 28enne infatti è entrato in overdose e in arresto cardiaco. Rianimato dal personale del 118, è stato trasportato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Riuniti di Foggia.

Denunciato a piede libero, non sottoposto ad alcun piantonamento, la notte successiva è fuggito dall’ospedale con il camice verde delle persone degenti. Ora i due, sottoposti a giudizio per direttissima il 17 giugno, si trovano in carcere.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingerisce cocaina per evitare l’arresto: prima rischia di morire, poi scappa dall’ospedale

FoggiaToday è in caricamento