Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Macedoni del campo nomadi di Borgo Arpinova fermati per furto

Un 18enne ha asportato 60 fermagli da un deposito delle ferrovie, mentre altri due sono stati sorpresi con 100 kg di cavi elettrici

I carabinieri della compagnia di Foggia hanno arrestato un 18enne macedone domiciliato presso il campo nomadi di borgo Arpinova, trovato in possesso 60 “fermagli in ferro per attacchi traversa rotaie” asportati dal deposito Ferrovie dello Stato ubicato nel Rione Martucci.

Il ragazzo, in compagnia di un minore deferito alla compente A.G., è stato notato dai militari dell’Arma uscire dal deposito ferroviario. Insospettiti da un borsone carico e pesante, i carabinieri  li hanno fermati e controllati, accertando la presenza di fermagli illecitamente asportati. Il materiale oggetto di furto è stato restituito ad un rappresentante delle Ferrovie dello Stato.

Altri due macedoni, di 25 e 21 anni, anch’essi domiciliati presso il campo nomadi di Arpinova, sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria  perché trovati in possesso di 100 kg di cavi di rame proveniente dalle linee Telecom, ammassati nel cofano dell’auto.

Ad attirare l’attenzione dei militari, è stata la targa dell’auto e un certo stato di nervosismo e di disagio palesato dei due al momento del controllo. Per giustificarne il possesso, i due hanno riferito di averlo avuto da un connazionale per rivenderlo. Non essendo riusciti a piazzarlo, lo stavano cercando per restituirglielo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macedoni del campo nomadi di Borgo Arpinova fermati per furto

FoggiaToday è in caricamento