rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Lucera

Operazione 'Caffè a domicilio': cinque arresti, lo spaccio di droga dietro l'invito ad andare a bere un espresso

In circa 6 mesi, dal mese di gennaio a quello di giugno, i carabinieri hanno acquisito indizi di colpevolezza a carico di cinque persone per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti

E’ scattata alle prime luci dell’alba del 30 dicembre 2021 l’operazione denominata 'Caffè a domicilio' condotta dai carabinieri della compagnia di Lucera all’esito di attività di indagine diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, che ha portato all’esecuzione di cinque misure cautelari: un indagato è finito in carcere, un altro agli arresti domiciliari, un divieto di dimora nel comune di Lucera, e due obblighi di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.

L’attività condotta dai carabinieri dell’aliquota operativa - attraverso mirati servizi di osservazione e pedinamento ed attività di intercettazione - ha consentito, in circa 6 mesi, dal mese di gennaio a quello di giugno, di acquisire indizi di colpevolezza a carico di cinque persone per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, indizi ritenuti gravi dal gip che ha applicato le misure cautelari.

Dall’attività di intercettazione è emerso come sovente la cessione dello stupefacente fosse mascherata, nell’interlocuzione con i vari acquirenti, con un invito a “prendersi un caffè”: da qui il nome che gli inquirenti hanno dato all’operazione.  Nel corso delle operazioni di perquisizione operate in occasione della esecuzione delle misure cautelari è stata accertata la detenzione illegale, da parte di uno degli indagati, di dieci munizioni di vario calibro, fatto per il quale è stato denunciato in stato di libertà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione 'Caffè a domicilio': cinque arresti, lo spaccio di droga dietro l'invito ad andare a bere un espresso

FoggiaToday è in caricamento