rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Ischitella

Ingaggiano inseguimento, poi aggrediscono carabinieri facendosi scudo della nipotina di 5 anni: arrestati marito e moglie

A finire in manette (ai domiciliari) per violenza, oltraggio, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale è stata una coppia, marito e moglie del posto. Si tratta di Vincenzo Castelluccia, di 44 anni e della moglie Sonia Caputo, di 42

Mentre a Manfredonia i carabinieri della compagnia sipontina arrestavano per resistenza a pubblico ufficiale due giovanissimi (denunciando un minorenne), poco più a nord, ad Ischitella, i colleghi garganici gestivano una situazione analoga.

Qui, a finire in manette con l’accusa di violenza, oltraggio, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale in concorso è stata una coppia, marito e moglie del posto. Si tratta di Vincenzo Castelluccia, di 44 anni e della moglie Sonia Caputo, di due anni più giovane. La pattuglia dell’Arma, impegnata in un servizio di controllo del territorio in località Foce Varano, ha intimato l’alt ad un’autovettura condotta dal Castelluccia, con a bordo la moglie e la nipote di 5 anni.

L’uomo, già noto ai militari dell’Arma, ha però proseguito la marcia, tentando la fuga. Non appena i carabinieri sono riusciti a bloccare l'auto in fuga, i coniugi sono scesi dal mezzo e hanno aggredito i militari.

I due, dopo una colluttazione con i carabinieri, durante la quale non hanno esitato ad usare con la bambina come scudo, sono riusciti a divincolarsi e a darsi nuovamente alla fuga, venendo però poco dopo rintracciati e arrestati. Dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingaggiano inseguimento, poi aggrediscono carabinieri facendosi scudo della nipotina di 5 anni: arrestati marito e moglie

FoggiaToday è in caricamento