Riecco i 'furgoni killer': folle inseguimento all'alba: scatta il fuggi-fuggi per 20 braccianti, arrestati due 'caporali'

L'operazione messa a segno nei campi di Cerignola. I carabinieri hanno arrestato due giovani africani incensurati - un senegalese di 25 anni ed un gambiano di 22 anni - arrestati per resistenza a pubblico ufficiale

Il furgone sequestrato

Fuggono all’alt dei carabinieri a bordo di un furgone “killer”: arrestati due presunti caporali africani nelle campagne di Cerignola

All'alba di ieri mattina, i carabinieri della Sezione Radiomobile del NORM della Compagnia di Cerignola hanno arrestato in flagranza per resistenza a pubblico ufficiale un senegalese di 25 anni ed un gambiano di 22 anni, entrambi incensurati. Mentre erano impegnati in un posto di controllo lungo la S.P. 83, a Cerignola, i militari hanno intimato l’alt al conducente di un furgone Iveco Daily che viaggiava a forte velocità; il mezzo, però, incurante, ha proseguito la marcia innescando un pericoloso e prolungato inseguimento, fino a quando è stato bloccato in località “Torricelli”.

Una volta arrestata la corsa, dal furgone sono improvvisamente scesi e scappati una ventina circa di giovani uomini, verosimilmente braccianti agricoli africani che erano stati stipati sul mezzo, che si sono velocemente dileguati nelle campagne limitrofe. I due carabinieri, però, che avevano "puntato" i due che erano seduti al volante e al posto del passeggero anteriore, hanno proseguito l’inseguimento a piedi fino a che non sono riusciti a raggiungerli e bloccarli entrambi, ossia un 22enne del Gambia ed un 25enne senegalese. Il primo, per sottrarsi al controllo, ha ingaggiato una  colluttazione con uno dei militari, che è stato costretto a ricorrere all’utilizzo dello spray al peperoncino in dotazione, riuscendo così a immobilizzarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Condotti in caserma, entrambi sono stati dichiarati in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e, su disposizione della Procura della Repubblica, sono stati associati alla casa circondariale di Foggia. Il conducente inoltre, sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita, è anche risultato irregolare sul territorio nazionale ed è stato pertanto segnalato alle Autorità competenti per le conseguenti attività di espulsione dallo Stato. Il furgone invece, risultato privo di assicurazione obbligatoria e per questo sottoposto a sequestro, era stato attrezzato con panche di legno per trasportare più persone di quelle consentite. Al suo interno i militari hanno rinvenuto numerosi recipienti di plastica con ogni probabilità utilizzati per la raccolta delle olive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento