Vedono i carabinieri e scappano, raggiunti rispondono con calci e pugni: arrestati

Arrestati Gerardo Abatino di Cerignola e Rocco Mazzeo di San Severo. L’episodio è avvenuto nei giorni scorsi allo svincolo autostradale di Candela fino all’altezza di Borgo Libertà

Abatino e Mazzeo

I carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno tratto in arresto Gerardo Abatino classe 73 e Rocco Mazzeo classe 1974, entrambi pregiudicati, il primo di Cerignola ed il secondo di San Severo. I militari, che stavano effettuando un posto di controllo nei pressi dello svincolo autostradale di Candela, hanno notato sopraggiungere ad alta velocità una Fiat 500, con quattro persone a bordo, che alla loro vista ha invertito velocemente la marcia e si è data alla fuga.

A quel punto i militari si sono posti all’inseguimento dei fuggiaschi, che dopo aver imboccato la strada provinciale per Cerignola, all’altezza di Borgo Libertà, hanno abbandonato l’autovettura e si sono dati alla fuga a piedi per le campagne circostanti.

I carabinieri non si sono lasciati sorprendere e, postisi al loro inseguimento, sono riusciti a bloccare due dei quattro malfattori che prima di essere ammanettati hanno opposto resistenza con pugni e calci. Fortunatamente gli uomini in divisa sono riusciti a bloccarli senza riportare alcuna lesione.

I due, sprovvisti di documenti, hanno fornito le proprie generalità ai militari operanti, che, dopo gli opportuni accertamenti, ne hanno constatato la falsità rispetto a quanto dichiarato da Mazzeo che, nel vano tentativo di sfruttare il fatto di non essere del luogo per evitare la sua identificazione, aveva fornito il nome di una persona inesistente. Gli arrestati sono stati agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni. Risponderanno di resistenza a pubblico ufficiale e falsa attestazione sulle proprie generalità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento