Cronaca Manfredonia / Via delle Antiche Mura

Operazione Torrione: spaccio di hashish a Manfredonia, tre arresti

Il centro dello spaccio si trovava in via delle Antiche Mura. Altre tre persone rinviate a giudizio. Dal 2010 pedinamenti, soffiate, controlli e intercettazioni telefoniche. Giro d'affari di 5mila euro a settimana

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Manfredonia, al termine di una complessa attività di indagine, denominata “TORRIONE” (il nome dell’indagine prende spunto dal nome del luogo di Via delle Antiche Mura, che dalle indagini è risultato essere uno dei luoghi dove avvenivano le cessioni di hashish) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Foggia nei confronti di tre persone.

Si tratta di M.M. di anni 38, già agli arresti domiciliari, fu arrestato da militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Manfredonia il 3 ottobre del 2010 per detenzione finalizzata allo spaccio di circa 320 grammi di hashish. G.R. di anni 35, già detenuto presso la Casa Circondariale di Foggia, fu arrestato dal citato Nucleo Operativo il 9 novembre del 20120, per detenzione finalizzata allo spaccio di circa 720 grammi di hashish. C.G., di anni 31, fu arrestato dai militari della Compagnia di Manfredonia il 14 novembre del 20120 per detenzione finalizzata allo spaccio di circa due chili e mezzo di hashish.

Il GIP di Foggia ha rinviato a giudizio altre 3 persone coinvolte a vario titolo nella detenzione e nello spaccio di droga.  Le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, sono cominciate a luglio del 2010 e sono proseguite sino al dicembre dello stesso anno.

Nell’ambito delle investigazioni sono stati acquisiti gravissimi elementi di colpevolezza a carico dei predetti e si è proceduto al sequestro di circa 3 kg e mezzo  di hashish, bilancini di precisione, cellophane per il confezionamento delle dosi e circa 1.000 euro provento dello spaccio. Nel corso delle operazioni di controlli, pedinamenti, soffiate, intercettazioni telefoniche e servizi mirati al riscontro dell’attività di spaccio, i Carabinieri del centro sipontino hanno compiuto gli arresti in distinte circostanze.

Il fulcro dell’attività di spaccio era costituito da un impressionante numero di cessioni della sostanza stupefacente a terzi operate da G.R., circa 400 cessioni per un “giro d’affari” di circa 5mila euro a settimana. Organizzatore e gestore dell’attività di spaccio, si è avvalso di volta in volta della collaborazione degli altri soggetti, incensurati ed insospettabili.

Gli acquirenti fanno parte di svariati ceti sociali, fasce d’età e differenti condizioni economiche.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Torrione: spaccio di hashish a Manfredonia, tre arresti

FoggiaToday è in caricamento