Cronaca via Di Fabbrica

Finsero incidente al “Free Time” per rubare l’incasso della giornata: arrestati

Nel corso delle indagini è stata identificata anche la più giovane delle tre donne, una ragazza di 15 anni

L’ottima qualità dei filmati del sistema di videosorveglianza non hanno lasciato dubbi agli agenti della sezione antirapina di Foggia, che, dopo accurate indagini, hanno provveduto all’arresto di Antonio Di Canio e Onorato Maddalena, rispettivamente di 34 e 29 anni, ritenuti responsabili della rapina al ‘Free Time’ di via di Fabbrica. I due, fingendo un incidente, riuscirono a prelevare da un registratore di cassa e a portar via indisturbati ben 1700 euro. Nel corso delle indagini è stata identificata anche la più giovane delle tre donne, la 15enne B.F.

La più giovane delle due, mentre si trovava nel reparto giardinaggio, con la complicità della donna più adulta e con il coinvolgimento della bambina, simulò un incidente facendo credere che gli fossero cadute delle sacche di Pellet su una gamba. Uno dei cassieri, attirato dalle urla strazianti di dolore della “malcapitata” e alla richiesta di aiuto, abbandonò la cassa e si precipitò per prestare i primi soccorsi.

FURTO AL FREE TIME: IL VIDEO

Nel frattempo Di Canio, approfittando dell’allontanamento del cassiere, trafugò il denaro custodito nel registratore di cassa e dopo averlo occultato in una tasca del giaccone, con estrema indifferenza, raggiunse le due donne e la bambina presso il reparto giardinaggio. I quattro, senza effettuare alcun acquisto, guadagnarono l’uscita dopo alcuni minuti facendo perdere inizialmente le proprie tracce

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finsero incidente al “Free Time” per rubare l’incasso della giornata: arrestati

FoggiaToday è in caricamento