Cronaca Candela

Sorpresi dai Carabinieri a rubare in un capannone dismesso: arrestati

L’operazione in località ‘Serra’ dove i militari hanno individuato Irinel Ligurar e Constantin Dragoi, cittadini di origine rumena, intenti a smontare dei motori per catene di montaggio in un capannone in disuso

Ancora furti all’interno di fabbriche dismesse. Solo nell’ultima settimana, nell’ambito del territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Cerignola, si sono verificati due episodi, uno a Trinitapoli e uno ad Ascoli Satriano, conclusisi entrambi con il recupero della merce e con l’arresto dei quattro responsabili.

L’ultimo episodio, in ordine di tempo, si è verificato a Candela, dove i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di servizi perlustrativi in zone rurali, finalizzati alla repressione di furti in campagna e in stabilimenti in disuso, hanno tratto in arresto Irinel Ligurar, pregiudicato 35enne, e Constantin Dragoi, 45enne incensurato, entrambi di origini rumene.

In particolare, i militari, mentre transitavano in località “Serra”, hanno notato un’autovettura parcheggiata all’esterno di un capannone, carica di materiale ferroso vario. Insospettiti, i Carabinieri hanno quindi deciso di entrare nell’immobile, dove hanno sorpreso i due malfattori intenti a smontare dei motori per catene di montaggio.

I due sono stati immediatamente bloccati e dichiarati in stato d’arresto per furto aggravato in concorso. Su disposizione del P.M. di turno, essendo gli arrestati senza fissa dimora, sono stati rinchiusi nelle camere di sicurezza della Compagnia di Cerignola in attesa della celebrazione del rito direttissimo. La merce, invece, del valore di qualche migliaia di Euro, è stata restituita ai proprietari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi dai Carabinieri a rubare in un capannone dismesso: arrestati

FoggiaToday è in caricamento