Magnete sul contatore e cavi elettrici di rame per sfuggire all’Enel: sei arresti

Si tratta di tre romeni – che avevano attaccato fili a un traliccio in cemento – e di tre italiani: due braccianti agricoli e il titolare di un residence di Mattinata

Immagine di repertorio

Ancora allacci abusivi e ancora furti di energia elettrica. A scoprirlo questa volta sono stati i carabinieri di Manfredonia, che con l’accusa di furto aggravato hanno tratto in arresto tre italiani e tre romeni, poi sottoposti alla misura dei domiciliari. In particolare i tre romeni sono ritenuti responsabili di aver allacciato abusivamente, con cavi elettrici volanti, le loro abitazioni di Zapponeta ad un traliccio in cemento dell’Enel ubicato a circa 10 metri di distanza.  

A Mattinata, invece, il controllo ha riguardato un residence in località Funni dove il gestore 50enne, aveva installato un magnete di grosse dimensioni sul contatore che azzerava la misurazione del consumo di energia elettrica pari ad un valore di circa 10mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Manfredonia, infine, altri controlli sono stati effettuati in località Cozzolete, ove, per il reato di furto aggravato e continuato di energia elettrica, sono stati arrestati due braccianti agricoli di 57 e 40 anni, per aver allacciato le rispettive abitazioni direttamente alla rete di distribuzione dell’Enel tramite dei fili elettrici di rame.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento