Esercizi commerciali scassinati: ad agire tre foggiani di cui due minorenni, stavano aspettando il treno per la fuga

Due furti nella notte a Pescara: arrestati tre foggiani, beccati con la refurtiva di due attività commerciali svaligiate

La polizia di Pescara

La scorsa notte una volante della polizia di Pescara è intervenuta presso un esercizio commerciale a seguito di chiamata effettuata sulla linea 113 dai proprietari di un'attività commerciale che avevano ricevuto l’allert dell’allarme anti intrusione sul proprio telefono cellulare.

Giunti sul posto, gli operatori accertavano che ignoti avevano infranto la portafinestra antipanico dell’esercizio commerciale, si erano introdotti all’interno ed avevano asportato la casa con all’interno circa 500 euro in denaro contante, per poi allontanarsi. 

I poliziotti visionando le immagini delle telecamere di sorveglianza esterne ed interne appuravano che i responsabili - tre ragazzi di giovane età - erano giunti sul posto a bordo di tre biciclette. In base alle descrizione dei responsabili ricavate dalla visione dei filmati, i poliziotti iniziavano le ricerche nelle vie limitrofe e del centro cittadino.

Transitando nelle vicinanze della stazione notavano tre giovani giungere a bordo delle biciclette e sedersi nei pressi della stazione, probabilmente in attesa di salire su di un treno per allontanarsi dalla città. 

I poliziotti quindi provvedevano ad identificare i tre giovani, un ventenne e due 17enni tutti e tre nati e residenti a Foggia. Sottoposti a perquisizione venivano trovati in possesso della refurtiva, monete e banconote. 

Successivamente anche i proprietari dell’esercizio commerciale si recavano presso gli uffici per sporgere regolare denuncia dell’accaduto riconoscendo senza ombra di dubbio i tre ragazzi per gli autori del furto. 

Inoltre gli operatori venivano notiziati di un ulteriore furto consumato in un’altra attività commerciale di questo C.so Vittorio Emanuele dove erano state asportate varie banconote e monete contenute in blister di colore celeste per circa 400 euro, materiale, quello dei blister rinvenuto in una busta ed all’interno di un borsello di colore nero trovati nelle biciclette con le quali erano giunti i fermati. I tre venivano quindi tratti in arresto; il magistrato di turno disponeva il rito direttissimo per la mattinata odierna per il maggiorenne, mentre i due minori sono stati accompagnati presso il Centro di Prima Accoglienza a disposizione della procura minorile.

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • "Rara e dubbia presentazione clinica" del nascituro. La direzione del 'Riuniti' precisa: "Nessun abbaglio, adottata la corretta procedura"

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Incredibile agli Ospedali Riuniti di Foggia: medici sbagliano il sesso di un neonato, genitori sotto shock

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento