Imprenditori vittime di usura “caduti in uno stato di angoscia e disperazione”

La Fondazione Buon Samaritano commenta positivamente l’operazione che ha portato all’arresto di cinque usurai, quattro di Foggia, tra cui un noto esponente dei Sinesi, e un romeno

Gli usurai arrestati

“Un plauso alle forze dell’ordine ed all’autorità giudiziaria per la brillante operazione” che ha portato all’arresto di ben cinque persone per il reato di usura, da parte della Fondazione Buon Samaritano di Foggia. “Determinante anche in questo caso il comportamento delle vittime che hanno avuto il coraggio di denunciare, a dimostrazione che quando si denuncia lo Stato risponde, sempre. La Fondazione conosce bene la vicenda in questione e lo stato di angoscia e di disperazione in cui erano caduti i due giovani imprenditori, provocato dall’ingordigia umana che specula sullo stato di bisogno di chi vive momenti di difficoltà, imponendo loro condizioni che hanno come unica finalità quella di spogliarle di ogni loro avere, a partire dalla dignità. Gli arresti per usura in questione, unitamente alle recenti operazioni portate a termine nei giorni scorsi, confermano quanto sia incisiva ed energica l’azione condotta dalle forze dell’ordine e dalla magistratura inquirente dopo il gravissimo episodio del 9 agosto dello scorso anno, auspicando che questo sia solo l’inizio di una strategia finalizzata a liberare la collettività foggiana dal pesante condizionamento delle attività criminali”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento