Cronaca

Violenze fisiche, minacce di morte e telefonate hot. Due arresti a Foggia

Due casi di stalking nei confronti di una studentessa universitaria e di un avvocato, entrambe di Foggia

Due casi diversi, così come diversi sono i protagonisti in negativo delle vicende, l’ambiente sociale di riferimento e le generazioni delle due vittime. Uno solo, però, è il minimo comune denominatore: l’insistita ricerca di prevaricazione e sopraffazione dell’uomo sulla donna, mediante reiterate violenze, aggressioni sia fisiche che psicologiche (e non per questo meno gravi). Due storie diverse che mettono in luce la complessità e la diversificazione un fenomeno grave quale è lo stalking; il tutto a pochi giorni dalle celebrazioni della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Il primo caso è una pagina terribile dalla cronaca locale. Una inaudita spirale di violenza e minacce nella quale è rimasta lungamente imbrigliata una 21enne foggiana, studentessa universitaria, vittima dei continui maltrattamenti del compagno, suo coetaneo (continua a leggere cliccando qui).

Meno violento, ma non per questo meno invasivo e lesivo della dignità e della libertà personale è, invece, quanto accaduto ad una professionista foggiana, sposata e con una vita regolare e serena. Almeno fino a quando, la donna – avvocato di circa 50 anni – non decise di pubblicare, su un giornale locale, un annuncio per la vendita di mobili e arredi vari (continua a leggere cliccando qui).

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze fisiche, minacce di morte e telefonate hot. Due arresti a Foggia

FoggiaToday è in caricamento