Casolare del rame rubato alle porte di Foggia: quattro fermi, due arresti

L’operazione è stata condotta dalla Squadra Mobile di Foggia, in collaborazione con la Polizia provinciale. I quattro, di cui due arrestati, sono ritenuti responsabili del reato di ricettazione

Il casolare della ricettazione del rame

Fermo di indiziato di delitto nei confronti di due romeni e altrettanti cittadini albanesi ritenuti responsabili del reato di ricettazione di cavi conduttori di rame della Telecom Italia. L’operazione è stata condotta dalla Squadra Mobile di Foggia, in collaborazione con la Polizia provinciale, lo scorso 13 novembre nell’ambito di un’articolata e complessa attività investigativa.

Attività info-investigativa che ha permesso di appurare che in un casolare ubicato alle porte di Foggia, erano soliti dimorare cittadini stranieri ritenuti gli autori dei furti di rame in Capitanata. Il fermo è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria per tutti gli indagati, precisando che a carico di Mandrescu Paul, nato in Romania classe nel 1990 e di Myftaraj Merlin, nato in Albania nel 1989, permaneva la misura detentiva.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento