Presa banda di spregiudicati incubo di bar e tabaccherie: colpi in città e sulle Statali, in manette nove persone

Rapinati bar tabaccherie di via Lucera, via Guido Dorso e viale Ofanto. Colpo sulla Statale 673 e sventato dalle forze di polizia sulla Statale 89 tra Foggia e Manfredonia

In pochi mesi, avevano seminato il panico in città, mettendo a segno una lunga sequenza di rapine, furti e tentati furti ai danni di tabaccherie e aree di servizio. Nell’ambito dell’operazione Chorus 2, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Foggia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare, nei confronti di nove soggetti, tutti con precedenti di polizia.

In questo modo, è stata disarticolata un’associazione finalizzata alla commissione di rapine, furti e reati contro il patrimonio in genere. Le indagini sono partite da una violenta rapina avvenuta a Foggia, il 26 luglio 2018, ai danni di una rivendita di tabacchi di via Lucera. In quella circostanza, quattro soggetti. armati e travisati, avevano fatto irruzione nella tabaccheria e, dopo aver brutalmente aggredito il titolare, si erano impossessati di numerosi tagliandi “Gratta e Vinci”.

Il 22 agosto successivo, con identiche modalità, gli stessi soggetti, ancora armati e travisati, avevano fatto irruzione all’interno di un’altra tabaccheria di Foggia, questa volta in via Guido Dorso, impossessandosi di numerose stecche di sigarette, “Gratta e Vinci” e del denaro contenuto all’interno della cassa.

Ancora, il 9 settembre dell’anno scorso, a poche ore di distanza l’una dall’altra, lo stesso gruppo criminale dapprima portava a compimento un furto presso il bar “Dolce Sorriso”, in viale Ofanto, sottraendo anche in questa occasione il denaro custodito in cassa e svariati tagliandi della lotteria “Gratta e Vinci”, e poi il giorno seguente, tentava di introdursi, durante la notte, nel bar tabacchi ubicato sulla Statale 89 Foggia-Manfredonia, non riuscendo nell’intento soltanto grazie al rapido intervento delle forze di polizia.

L’escalation criminale del gruppo di rapinatori proseguiva una decina di giorni più tardi, il 19 settembre 2018: alle prime luci dell’alba, con ormai acquisita sistematicità, quattro soggetti, anche questa volta armati e travisati, si introducevano all’interno di un bar tabacchi sito nel tratto foggiano della Statale 673. impossessandosi del registratore di cassa contenete 800 euro, numerose stecche di sigarette e tagliandi “Gratta e Vinci”.

La comparazione delle scene del crimine, anche grazie all’ausilio di personale specializzato della Polizia Scientifica, la meticolosa analisi delle immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza dei luoghi in cui i reati erano stati posti in essere, nonché da quelli situati nelle loro adiacenze, la comparazione delle celle telefoniche attivate e l’avvio di ulteriore attività tecnica, ha condotto gli investigatori all’identificazione dei responsabili.

Si tratta di Vincenzo Colucci, cl. ’99; Michele La Gatta, cl. ’56; Marco Pironti, cl. ’83; Giovanni Pompa cl. ’86; Lorenzo Valente, cl. ’73; Michele Arcangelo Gaudiano, cl. ’93; Elisabtta Tiene, cl. ‘00; Teresa Leccese, cl. ’92 e Antonio Pio Ciasullo, cl. ’95. Si tratta di pregiudicati foggiani, per loro è stata disposta la misura degli arresti in carcere, ad eccezione di Tiene, Leccese e Ciasullo, cui sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento