Rapinarono sala giochi a Bologna e si rifugiano a Foggia: scoperte e arrestate

Avevano preso un appartamento in affitto, dopo aver trovato un impiego stagionale in uno dei tanti residence sulla costa garganica. Ricercate in tutt'Italia, sono state arrestate ieri sera a Foggia

Le due donne arrestate a Foggia

Erano arrivate a Foggia da pochi giorni. Avevano preso un appartamento in affitto, dopo aver trovato un impiego stagionale in uno dei tanti residence sulla costa garganica. Elisa Fazioli, 40enne di Medicina, nel Bolognese, e Ana Maria Ghidu, 30enne di origini rumene erano ricercate in tutt’Italia da un anno circa, ovvero da quando il 4 agosto scorso avevano messo a segno una violenta rapina ai danni di una sala giochi e centro scommesse di Bologna.

Quattromila settecento euro il bottino, portato a casa con la complicità di un terzo soggetto (un uomo, già ristretto in carcere). In quell’occasione, i tre - che avevano agito con ruoli diversi - avevano aggredito una dipendente della sala giochi e, dopo averla immobilizzata con un cavo d’antenna e averle impedito di chiedere aiuto tappandole la bocca, le avevano portato via l’incasso della giornata.

Dalle indagini condotte dagli uomini della squadra mobile di Bologna e del commissariato di Gela è emerso che Ana Maria Ghidu aveva avuto il ruolo di ‘palo’, mentre l’uomo e l’altra donna hanno materialmente portato a termine la rapina. Elisa Fazioli - che ieri, nel giorno del suo arresto ha compiuto gli anni - era stata precedentemente dipendente della sala scommesse rapinata (era stata licenziata a causa di alcuni ammanchi nell’incasso) e dunque conosceva bene orari e abitudini dei titolari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri sera il personale delle squadre mobili di Foggia e Bologna, con i colleghi del commissariato di Gela, hanno eseguito la misura cautelare emessa dal gip del Tribunale del capoluogo emiliano: la Fazioli è stata associata al carcere di Foggia, la Ghidu è agli arresti domiciliari. Dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento