Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Rione Diaz / Via Leone XIII, 16

Il cittadino chiama, la polizia risponde: topi d'appartamento arrestati in via Leone XIII

La polizia è intervenuta al civico 16 di via Leone XIII su segnalazione giunta al 113. Recuperata una borsa con cacciaviti, gioielli, oggetti e un computer portatile asportati dall'abitazione

E’ stata una segnalazione giunta al 113 poco dopo le 19 a spingere il personale delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine di Bari ad intervenire immediatamente al civico 16 di via Leone XIII, dove al primo piano della palazzina si stava consumando un furto.

La segnalazione riferiva della presenza di un soggetto sospetto posizionato nei pressi dei cassonetti della nettezza urbana, poi rivelatosi il palo. Giunti immediatamente sul posto, l’equipaggio della Volante 1 notava un giovane intento a scavalcare il cancello della recinzione del cortile condominiale dello stabile di viale Leone XIII, il quale, zoppicando vistosamente, tentava di allontanarsi in direzione del distributore Eni.

La persona, che corrispondeva alla descrizione fornita alla polizia, veniva immediatamente fermata, sottoposta a controllo ed identificata: Mario Mondelli classe 1990. Sottoposto a perquisizione personale, in suo possesso venivano trovati quattro orologi ed un accendino in metallo di colore giallo. Il 23enne si giustificava sostenendo che si stava apprestando a portarli presso un riparatore specializzato.

Nel frattempo l’equipaggio Asti Como 28, che seguiva a distanza la Volante 1, notava un giovane  nascondersi dietro il tronco di un albero. Probabilmente sicuro di aver eluso il controllo degli agenti, riprendeva a camminare frettolosamente verso il distributore Eni. Insospettiti dal suo atteggiamento, gli occupanti dell’auto Asti Como 28, decidevano di fermarlo per un controllo.

Agitato e affannato, il 32enne Mondelli Raffaele evidenziava i segni di chi si era allontanato di corsa dal luogo segnalato, dove gli operatori della Volante 2, recuperavano, nel cortile di pertinenza della palazzina dove si affaccia uno dei balconi dell’appartamento e dal quale Mario Mondelli aveva scavalcato, una borsa contenete due cacciavite e oggetti trafugati (gioielli vari, orologi e notebook Asus) dallo stesso appartamento. Ammesse le loro responsabilità venivano accompagnati presso gli uffici della questura per procedere alla loro arresto.

Il sostituto procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale di Foggia, disponeva che gli arrestati, al termine degli adempimenti di rito, fossero tradotti agli arresti domiciliari presso le proprie abitazioni a disposizione dell’A.G. in attesa del rito della direttissima.

“Ancora una volta un esempio dell’ottima collaborazione del cittadino che interagisce con le forze dell’ordine, ha consentito di assicurare i malfattori alla giustizia. A loro va un doveroso ringraziamento, con l’augurio di una sempre più stretta collaborazione mediante le preziose segnalazioni” fanno sapere dall’ufficio Volanti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cittadino chiama, la polizia risponde: topi d'appartamento arrestati in via Leone XIII

FoggiaToday è in caricamento