Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Rubano auto e chiedono 2mila euro minacciando ritorsioni: arrestati

Un 20enne incensurato è stato arrestato in flagranza di reato. Il complice, un pregiudicato 23enne, un mese dopo

Avevano chiesto 2mila euro in cambio della restituzione di una macchina rubata il giorno prima, una Opel Meriva, minacciando eventuali ritorsioni nel caso in cui il titolare del mezzo non avesse elargito la somma richiesta. Per questo motivo un 20enne incensurato di Foggia, C.A., è stato arrestato in flagranza di reato dal personale della Sezione Criminalità Organizzata del 1° Nucleo Investigativo e della 4^ Sezione Antirapina, con l’accusa di tentata estorsione in concorso e ricettazione.

Il blitz è avvenuto intorno alle 19 del 2 aprile scorso dopo un idoneo servizio di appostamento, proprio nell’attimo in cui il ragazzo stava eseguendo l’ennesima richiesta estorsiva. Ora si trova nel carcere di via delle Casermette. Anche il complice, inizialmente irreperibile, è stato tratto in arresto. Si tratta di A.G., 23enne pregiudicato del capoluogo dauno, che ha beneficiato della misura degli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano auto e chiedono 2mila euro minacciando ritorsioni: arrestati

FoggiaToday è in caricamento