Cronaca

Sorpresi mentre rubano una Golf: in auto un arsenale di attrezzi da scasso e centraline

Due persone sono state arrestate a Pescara per furto aggravato in concorso e porto di attrezzi allo scasso. Si tratta del foggiano Giuseppe Carano, di 42 anni, e di Andrea Angelozzi, 29enne, originario di Atri

Sorpresi con le mani nel sacco, subito dopo un furto d'auto. E' accaduto nel pomeriggio di ieri, quando i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara, in collaborazione con i colleghi di Montesilvano, hanno arrestato due uomini per il reato di furto aggravato in concorso e porto di attrezzi allo scasso.

Si tratta del foggiano Giuseppe Carano, di 42 anni, e di  Andrea Angelozzi, 29enne, originario di Atri. I militari hanno ricevuto, nel pomeriggio, in concomitanza con lo svolgimento dell’incontro di calcio, una nota di ricerca dalla Centrale Operativa relativa ad una autovettura Volkswagen Golf, segnalata come oggetto di furto appena consumato a Pescara, in viale Pindaro.

Le immediate ricerche hanno consentito di individuare poco dopo il veicolo in via Tirino, dove i militari hanno visto due persone che, parcheggiato la Golf, stavano salendo su un’altra macchina: bloccati e immediatamente perquisiti, si è avuta la certezza della loro responsabilità.

All’interno della loro Panda, infatti, i carabinieri hanno rinvenuto un borsone contenente un vero arsenale di attrezzi da scasso arnesi e ben 7 centraline per l’avviamento di autovetture, di cui una proprio della Volkswagen Golf. I due sono stati processati per direttissima stamattina e nei loro confronti sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi mentre rubano una Golf: in auto un arsenale di attrezzi da scasso e centraline

FoggiaToday è in caricamento