menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guardia di Finanza

Guardia di Finanza

Frode fiscale: quattro arresti tra Foggia e Cerignola, sequestrati beni

Quattro persone di Foggia e Cerignola sono state arrestate in un blitz della Guardia di Finanza con l'accusa di frode fiscale

Questa mattina quattro persone di Foggia e Cerignola sono state arrestate in un blitz della Guardia di Finanza relativo al sequestro preventivo di beni per un giro di fatture false per un importo imponibile di circa 35 milioni di euro. Il provvedimento è stato emesso dal G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, dott.  Antonio Buccaro, su richiesta dei Pubblici Ministeri, dott. Enrico Infante e dott.ssa Giuseppina Gravina, che hanno coordinato le indagini.

I NOMI DEGLI ARRESTATI: CLICCA QUI

Dagli accertamenti eseguiti dal Nucleo di polizia tributaria è emerso che tre dei quattro arrestati, attraverso 7 società, dal 2007 al 2011, avrebbero emesso fatture per operazioni inesistenti relative a fittizie prestazioni pubblicitarie, utilizzate da 13 aziende riconducibili ad un Gruppo societario operante in Puglia ed in altre regioni del centro-sud, nel settore del commercio degli elettrodomestici e dei prodotti informatici.

Tale sistema di frode ha consentito un’evasione di oltre 7,6 milioni di euro, tra imposte sui redditi (4,6 milioni) ed IVA (3 milioni). Di pari importo è il valore dei beni dei quali l’Autorità giudiziaria ha disposto il sequestro preventivo al fine di assicurare all’erario l’importo delle imposte evase. I reati contestati sono quelli di emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e presentazione di dichiarazioni fraudolente ai fini fiscali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento