menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri in azione

Carabinieri in azione

Stretta dei carabinieri anche nel 2013: 11 arresti e 4 denunce in stato di libertà

Sul fronte prostituzione sono state denunciate in stato di libertà quattro donne bulgare. Due foggiani arrestati a Faeto per furto

Per i carabinieri del comando provinciale di Foggia il 2013 è cominciato così com’era finito, all’insegna dei blitz e dei controlli per prevenire e reprimere manifestazioni di criminalità predatoria e diffusa e perseguire gli autori di reati in violazione della normativa sulle sostanza stupefacenti.

Dopo i 23 arresti di Capodanno sotto la direzione del colonnello Antonio Basilicata, 70 militari, unità cinofile e un elicottero del 6° Nucleo di Bari, nella giornata di ieri hanno compiuto centinaia di posti di blocco e di perquisizioni a Foggia e in provincia.

Nel corso delle operazioni sono stati effettuati 11 arresti e 4 denunce in stato di libertà. Sono stati altresì identificati 743 cittadini e controllati 452 veicoli. Quarantadue sono state invece le perquisizioni domiciliari, personali e veicolari. 54 le persone controllate, tre quelle segnalate all’ufficio territoriale del Governo poiché trovate in possesso di marijuana e hashish.

A Foggia i carabinieri hanno arrestato C.A. per evasione dagli arresti domiciliari. Il 28enne è stato sorpreso in via Roma da una pattuglia dopo essersi allontanato dalla sua abitazione senza autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria. Sul fronte prostituzione sono state denunciate in stato di libertà quattro donne bulgare, di 44, 41, 29 e 22 anni, poiché esercitavano il meretricio lungo la pubblica via in violazione al foglio di via obbligatorio.

Altri due foggiani sono stati arrestati a Faeto per furto aggravato. B.A. e B.V., di 22 e 25 anni, sono stati sorpresi nel centro polivalente “Il Castiglione” in via Ignazia, mentre caricavano su un autocarro del materiale ferroso appena asportato del valore di circa 1000 euro.

A Cerignola quattro cittadini romeni sono stati arrestati dopo esser stati sorpresi ubriachi mentre si azzuffavano con calci e pugni in via XXIV maggio. Uno di loro è stato successivamente medicato presso il pronto soccorso dell’ospedale Tatarella di Cerignola e giudicato guaribile in giorni 5 (cinque) per lievi contusioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento