Bomba alla profumeria "Gattullo" e due incendi in tre giorni a una friggitoria: arrestati i responsabili

Il giovane Rocco Moretti ha fatto piazzare la bomba da Davide Monti e aveva chiesto alla vittima una ingente somma di denaro. Preso anche il responsabile degli incendi alla friggitoria Mordi e Gusta

Nell'ambito della operazione Chorus che ha portato all'arresto di sedici soggetti, un'ordinanza di custodia cautelare eseguita dalla Polizia di Stato attiene a gravi atti di intimidazione posti in essere ai danni di esercizi commerciali della città, la friggitoria "Mordi e gusta" e la profumeria "Gattullo", destinatari rispettivamente di due atti incendiari e di un danneggiamento mediante l'esplosione di un ordigno.

Le immagini delle bombe

Segnatamente, con riferimento al danneggiamento della profumeria "Gattullo", le indagini hanno consentito di ricostruire la responsabilità di Davide Monti, classe 1994, quale soggetto che materialmente collocava la bomba. Attraverso un'analitica attività di indagine, si accertava che il Monti era solito frequentare il giovane Rocco Moretti classe 1997, figlio di Pasquale e nipote del boss della criminalità organizzata foggiana.

L'attività investigativa ha permesso di acclarare che l'atto intimidatorio è da ricollegare ad una pretesa estorsiva riconducibile al giovane Rocco Moretti che dopo avere fatto collocare l'ordigno dal Monti, avvicinava la vittima, rivendicando la paternità del danneggiamento ed intimando alla stessa la corresponsione di una ingente somma di denaro.

In ordine agli incendi appiccati il 4 e il sei gennaio ai danni della friggitoria “Mordi e gusta", le indagini esperite, sviluppatesi attraverso attività di natura tecnica, acquisizione dei dati registrati dai sistemi di videosorveglianza e attività informativa, consentivano di giungere all'identificazione dell'autore delle intimidazioni, identificato in Abramo Procaccini classe 1995.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento